Sicurezza senza compromessi

Esperienza, inventiva e identificazione con le esigenze e i desideri dei clienti consentono di escogitare soluzioni di sicurezza innovative e complete nel settore dei cilindri di chiusura meccanici anche al giorno d’oggi. Ne dà ora dimostrazione CES con la presentazione del nuovo e collaudato sistema di chiusura “DU”, progettato per gli edifici commerciali di prestigio. La serie “DU” di CES è il risultato di una coerente strategia innovativa che concentra e promuove il know-how di tutti i collaboratori.  “DU” sta per “Double Undercut”, e cioè doppio intaglio supplementare, ponendo così direttamente l’accento sulla novità brevettata più importante contro la duplicazione illecita di chiavi: una sezione supplementare del profilo chiave su entrambi i lati. La scanalatura tridimensionale non può essere riprodotta con le attuali tecniche di duplicazione che operano solamente su due assi di taglio. Anche il procedimento per la profilatura dei fianchi della chiave in un‘unica fase di taglio a controllo numerico, sviluppato appositamente da CES, è tutelato da brevetto.

All’insegna del motto “Sicurezza senza compromessi”, CES ne ha avviato il lancio sul mercato alla fiera Sicherheitsexpo 2011 di Monaco di Baviera, accompagnandolo con una massiccia campagna di marketing e informazione. In questo modo, non solo i consumatori possono documentarsi sul sistema di chiusura DU, ma gli efficaci mezzi di comunicazione impiegati – come ad esempio l’animazione del processo di chiusura possono rivelarsi molto utili per promuovere le vendite presso la clientela interessata a questo nuovo prodotto.  
Il sistema di chiusura, protetto da brevetto fino al 2030, può essere personalizzato e via via ampliato per rispondere anche alle più complesse specifiche di appalto. Le diverse versioni soddisfano di volta in volta gli standard più elevati previsti dalle norme DIN 18252, DIN EN 1303 e dalle direttive VdS. La chiave CES si distingue per le sue pregiate caratteristiche estetiche, la piacevole impugnatura e l’efficace trasmissione del momento torcente. Naturalmente la serie “DU” può essere abbinata in qualsiasi momento ai sistemi elettronici di chiusura e di controllo accessi di CEStronics. Versioni speciali come i cilindri resistenti all’ambiente marino oppure all‘uso intensivo, così come l’idoneità a porte tagliafuoco ampliano ulteriormente la gamma di possibili applicazioni del sistema “DU”.  

Il pacchetto di sicurezza completo offerto dal nuovo sistema di chiusura “DU” di CES offre il massimo della protezione contro le effrazioni e – grazie agli intagli supplementari su entrambi i lati – anche un’ottima tutela da duplicazioni illecite della chiave. Qui di seguito verranno illustrate dettagliatamente le caratteristiche di sicurezza del prodotto.

Leve oscillanti a molla – arresto sicuro contro la rotazione

Il nuovo cilindro di chiusura “DU” presenta due leve oscillanti brevettate disposte su un lato, che agiscono su una barretta di arresto lungo il profilo longitudinale della chiave e che costituiscono un efficacissimo elemento di protezione contro le forzature con il metodo di bumping. Ambedue le leve oscillanti girano su cuscinetti e sono tenute in posizione tramite molle. La barretta di bloccaggio integrata, situata immediatamente dietro alle leve, si incastra in una scanalatura del corpo cilindro, impedendo così al barilotto di ruotare liberamente.

Una chiave autorizzata presenta due intagli supplementari del profilo chiave, con posizione e profondità predefinite. In questo modo le scanalature della leva di arresto vengono posizionate esattamente. Ora le spine della barretta d’arresto possono innestarsi, la serratura è sbloccata. Nel caso in cui venga introdotta una chiave non autorizzata, le leve oscillanti rimangono in posizione iniziale, le spine della barretta d’arresto non possono sbloccarsi e la barretta non può inserirsi nel barilotto che a sua volta non può girare.  

La codifica laterale della chiave – un plus di sicurezza

Come ulteriore elemento di sicurezza, nel barilotto del cilindro “DU”, sul lato opposto alle leve oscillanti, sono integrati fino a cinque perni di controllo variabili, posti in orizzontale. Le chiavi non orginali non presentano le relative punzonature: in questo caso all’inserimento della chiave i perni di controllo vengono premuti verso l’esterno nella scanalatura del corpo cilindro, impedendo in questo modo la rotazione del barilotto.

Se invece la chiave utilizzata è un esemplare autorizzato, i perni di controllo sono premuti verso il barilotto che può così ruotare liberamente. Il plus di sicurezza offerto dalla codifica laterale è immediatamente riconoscibile per l’utente e la chiave viene percepita come strumento sicuro e valido.

Protezione antitrapano e antiestrazione a molla “BZ3” – funzione di bloccaggio aggiuntiva grazie alla lettura dell’intaglio

Oltre alla protezione antitrapano e antiestrazione vera e propria ottenuta, con piastrina antiforatura e pistoncini temprati, il nuovo cilindro di CES presenta come ulteriore elemento di sicurezza un elemento di chiusura a molla in acciaio temprato speciale, che si incastra nella scanalatura del corpo cilindro e impedisce al barilotto di ruotare liberamente. Questo elemento di chiusura legge il profilo della chiave.

In presenza della sezione supplementare brevettata e non duplicabile, questa fa ritirare l’elemento di chiusura nel barilotto consentendone la rotazione.